Vasca doccia con sportello: è la soluzione ideale?

  1. Home
  2. Vasche per anziani
  3. Vasca doccia con sportello: è la soluzione ideale?
vasca doccia con sportello

Per chi sta decidendo di acquistare una vasca doccia con sportello si trova davanti a un dilemma: meglio la vasca o la doccia? Scelgo la comodità o la praticità? Se scelgo invece di avere entrambe le caratteristiche positive rischio di non ottenerne nessuna delle due?

Sono domande assolutamente lecite e le risposte non sono così scontate. Quello che sembrerebbe il classico uovo di Colombo potrebbe rivelarsi inappropriato se non stiamo bene attenti e non sappiamo a cosa prestare attenzione. Non ci resta che capire i vantaggi dell’una e dell’altra soluzione per poi capire realmente se la vasca doccia possa effettivamente essere la scelta migliore.

In ogni caso le vasche da bagno con doccia con sportello rispondano a una esigenza di sicurezza e di ritorno all’autonomia. Ciò nonostante bisogna considerare che in una casa l’utilizzatore principale non sia l’unico. Partiamo dal definire cosa può offrire un classico box doccia e poi approfondiamo vari aspetti.

Box doccia per anziani

Il box doccia per anziani sembra la soluzione più scontata per chi vuole rinnovare il proprio bagno dandogli un tocco di modernità in più. Inoltre è quella più facile da collocare anche con poco spazio a disposizione.

La difficoltà di movimento incide meno rispetto alla scelta della vasca.  Tutto ciò a patto che venga inserito un proprio percorso per l’anziano o l’invalido a garanzia della sicurezza al 100%.

La doccia è tipicamente la soluzione più economica, garantisce il massimo della praticità. Ha uUn consumo d’acqua ridotto e può essere fornita di accessori con una quantità innumerevole di opzioni. La doccia in pratica può diventare una vera e propria spa in miniatura, anche se in quel caso i costi lievitano notevolmente.

Anche dal punto di vista estetico c’è ormai una grandissima varietà di forme e materiali disponibili che possono soddisfare qualsiasi esigenza, anche molto sofisticata. A titolo di esempio basta guardare Doccia David per capire come si può trasformare un bagno e renderlo da sogno.

Va detto subito che questa scelta da parte dell’anziano sembra poco lungimirante poiché le difficoltà di movimento potrebbero accrescersi col tempo. Inoltre rimane un punto importante da smarcare: se da una parte una doccia grande e aperta è perfetta per minimizzare l’entrata e l’uscita, bisogna fare attenzione al piatto doccia.

Detto questo una doccia aperta e con un piatto doccia a filo pavimento potrebbe avere le caratteristiche giuste per essere un’alternativa al bagno doccia con sportello.

Vasca da bagno con porta e tradizionale

La vasca da bagno con porta è una scelta tradizionale. Chi la sceglie in genere è abituato a usarla e non vuole rinunciare al momento rilassante e rigenerante che solo un bagno in una vasca sa offrire. Coloro che possono poi non perderanno l’occasione di installarne una con l’idromassaggio, che è in ogni caso molto differente da quello pur molto valido offerto da una cabina doccia.

Qualunque vasca da bagno per la terza età è poi provvista di doccino, che permette di dirigere con precisione il getto dell’acqua sulle zone del corpo da lavare. Teoricamente, se puntato nella corretta posizione, usando il doccino si può fare la doccia.

Questo sanitario è specifico per l’anziano e si presta meno all’utilizzo dell’intera famiglia.

Le vasche con doccia tradizionali vanno bene per l’anziano?

Normalmente una vasca con doccia è una vasca da bagno con una zona adibita a doccia limitata da divisori. Questi possono essere sia rigidi, andando a ricreare quasi un vero box doccia, oppure di tessuto, tipicamente una tenda in materiale idrorepellente.

La vasca da bagno con doccia per anziano o disabile è invece un po’ diversa. C’è subito da dire che non tutte le vasche con porta possono essere accessoriate con la colonna doccia. Occorre tenere presente la comodità e le dimensioni idonee ad accogliere una persona in piedi e contemporaneamente una seduta ergonomica sagomata.

Una vasca doccia come la Zaffiro o l’Ambra è la soluzione ideale per chiunque in casa poiché è perfetta per l’anziano ma anche per chi vuole farsi una doccia in maniera tradizionale.

Meglio la vasca tradizionale o la vasca con porta?

Proviamo a riflettere rispetto all’alternativa di considerare un bagno doccia vasca tradizionale rispetto alla vasca per anziani dotata di porta e seduta. Vediamo quali sono gli aspetti da analizzare:

  • Dimensioni: chi decide di installare una normale doccia vasca deve avere lo spazio per collocare una tradizionale vasca da bagno e magari anche qualcosa in più, se è previsto che la zona doccia sia più larga della vasca.
  • Praticità: nella vasca bisogna entrare, e per farlo si deve scavalcare il suo bordo, ovvero si deve compiere un’azione in equilibrio precario su un rivestimento umido e scivoloso; anche le dimensioni della zona doccia saranno in ogni caso ridotte rispetto a quelle di un piatto doccia tradizionale.
  • Consumo d’acqua: se ci si limita a farsi una doccia non ci saranno particolari differenze con una doccia tradizionale; nel caso del bagno invece si dovrà riempire un volume d’acqua maggiore, proprio per le dimensioni maggiori rispetto alla vasca doccia per anziani.
  • Pulizia: da questo punto di vista è un sanitario complicato, dato che è necessario chinarsi oltre il bordo per pulirne il fondo e, se il divisorio consiste in pareti trasparenti, necessiterà di particolare attenzione per pulirlo dai residui di calcare. Da questo punto di vista la doccia vasca presenta entrambi gli svantaggi.
  • Sicurezza: ultimo, ma forse il più importante aspetto è che una vasca bagno doccia difficilmente prevede un fondo perfettamente piano, senza contare come abbiamo detto che il bordo vasca va superato scavalcandolo e che eventuali divisori rigidi sono potenzialmente ostacoli pericolosi!

Trasformare la vasca in vasca con porta

Considerando tutti questi aspetti non è un caso che le vasche doccia per gli anziani non siano tra i sanitari più richiesti anche se sembrerebbero la soluzione ideale per soddisfare tutte le esigenze. Alcune aziende hanno provato a porre rimedio ad alcuni di questi problemi dotando ad esempio la vasca doccia di una porta ricavata in uno dei bordi per facilitarne l’accesso, ma senza mai fornire soluzioni pienamente convincenti.

Il punto è che una vasca tradizionale con sportello aggiunto non ha l’altezza di una nata proprio per le esigenze dell’anziano. Dovrà sedersi sul fondo altrimenti rimarrà col busto scoperto.

Una delle soluzioni migliori arriva da chi produce vasche per anziani o per disabili, che riescono, grazie alla loro progettazione mirata alla sicurezza, praticità e facilità di utilizzo, a far fronte a parecchi dei problemi riscontrati in precedenza.

Vasche doccia con sportello e seduta

Questo tipo di vasca da bagno con doccia, come detto, è principalmente pensato per persone anziane, disabili o con ridotte capacità motorie. Probabilmente per questo motivo siamo portati a considerarle nelle nostre case solo se effettivamente indispensabili. A ben vedere, proprio per le loro peculiarità risolvono diversi dei problemi analizzati in precedenza.

  • Dimensioni: proprio perché si assumerà la posizione seduta queste vasche hanno generalmente un ingombro in lunghezza ridotto mentre il bordo invece sarà più alto. La superfice occupata è paragonabile a quella di un tipico box doccia.
  • Praticità: i comandi per aprire e chiudere lo sportello sono posti in maniera facilmente accessibile ed azionabili dall’interno e dall’esterno. Anche la seduta sarà posta all’altezza ideale per facilitare i movimenti.
  • Sicurezza: ovviamente ogni particolare di una vasca doccia con seduta è pensato proprio per limitare il più possibile eventuali incidenti domestici.

Si tratta di un prodotto usufruibile non solo da persone con problemi motori cronici o transitori, ma anche dal resto della famiglia. Il suo uso poi si rivelerà particolarmente comodo in tutti quei momenti in cui anche persone perfettamente in forma hanno difficoltà temporanee: un piccolo infortunio, banali dolori articolari ecc… sono tutti inconvenienti ai quali una vasca doccia con sportello e seduta può egregiamente far fronte.

Vasche doccia EasyLife

Vasca EasyLife in particolare offre con i suoi modelli tutte queste caratteristiche, più altre innovative che migliorano ulteriormente l’esperienza di utilizzo. Il primo è dovuto al fatto che sono progettate e realizzate in Italia in maniera artigianale.

A parte la maggiore garanzia di qualità, uno dei vantaggi è che l’azienda può prontamente far fronte a specifiche esigenze del cliente. Modificare la posizione dello sportello per rendere più agevole la seduta o anche altre caratteristiche della vasca per adattarla perfettamente all’ambiente è una possibilità concreta.

Le vasche sono costruite in vetroresina, il che permette di ridurre il peso e di facilitare l’installazione facendo rimanere inalterate le caratteristiche di resistenza, durabilità ed estetica rispetto ad altri materiali più tradizionali come ad esempio la ceramica.

Easy life inoltre ha pensato a rimediare a uno dei maggiori problemi di questo tipo di vasche: dovendo utilizzare lo sportello per accedere alla vasca è possibile riempirla unicamente quando questo è chiuso e l’utilizzatore è al suo interno.

Il problema di molte vasche con sportello tradizionali è che, mentre la vasca si riempie, chi la usa sarà spiacevolmente seduto, e quindi a contatto, con una superfice fredda. Alcuni produttori risolvono questo problema creando una zona della vasca che è possibile riempire anche a sportello aperto. Una volta entrati e chiuso lo sportello, si potrà riversare l’acqua nel resto della vasca. Questo sicuramente accelera i tempi di riempimento mentre siamo all’interno, ma l’acqua calda raggiungerà unicamente i nostri arti inferiori, mentre il busto rimarrà ancora al freddo.

La soluzione di vasca easylife

Le vasche Easylife, oltre ad essere costruite in vetroresina, sono rivestite in gel coat che isola la pelle dalla superfice della vasca. Questo, unito a un buon riscaldamento ambientale, mitiga notevolmente questo problema.

Un altro vantaggio è che il disegno della vasca è più conforme all’esigenza di comodità e sicurezza. La seduta è posizionata senza impedimenti e delle dimensioni corrette. Nelle vasche con portellino interno per ovvie esigenze è difficile avere lo spazio per disporre i vari elementi in maniera funzionale per la comodità e la sicurezza.

Andiamo a vedere quali sono i modelli EasyLife tra i quali possiamo scegliere.

Vasca doccia con sportello Zaffiro

La vasca doccia con porta Zaffiro, dotata di sportello frontale in plexiglass trasparente, è uno dei modelli di punta della produzione EasyLife e lo si nota già dal design moderno e ricercato che impreziosisce anche il più elegante dei bagni.

Il top doccia opzionale le permette di trasformarsi in una “vera” doccia, bella e comoda, separata da una tenda impermeabile dal resto dell’ambiente.

Le misure della vasca doccia Zaffiro

La sua base misura 130×75 cm, i bordi sono alti 104,5 cm e l’altezza complessiva con il top doccia è di 219,5 cm. Come ben si addice ad ogni vasca di prestigio è possibile dotarla di idromassaggio e cromoterapia.

Vasca doccia con sportello Ambra

Altro modello di assoluto prestigio, anche per questo vale tutto quanto già detto per la vasca doccia Zaffiro sia per quanto riguarda l’estetica, sia per le funzionalità e che per gli optional. Anche questa può a tutto diritto fare parte delle vasche doccia idromassaggio.

Le differenze sostanziali si ha nel posizionamento dello sportello, sempre in plexiglass trasparente, non più in posizione frontale ma laterale.

Le misure della vasca doccia Ambra

Le dimensioni della vasca con porta Ambra sono: 120x70x90 cm, 215 cm di altezza se si decide di prendere anche il top doccia. Si tratta quindi di un modello leggermente più piccolo e quindi più facilmente collocabile, senza per questo perdere alcuna funzionalità.

Sulle vasche con sportello Topazio, Smeraldo e Perla non è prevista l’installazione del top doccia ma le vogliamo comunque segnalare per la presenza del doccino estraibile.

Gli sportelli, in questo caso in vetroresina come il bordo, sono larghi 40 cm e garantiscono un accesso agevole alla vasca potendoli aprire anche fino a 180 gradi, a seconda della configurazione finale scelta. L’apertura è comandata da una leva esterna, raggiungibile agevolmente anche dall’interno.

Le misure della Topazio, Smeraldo e Perla

La Topazio misura 130x70x95 cm. La Smeraldo 120x70x95 cm. La Perla 110x70x95 cm. Anche in questo caso molto curato l’aspetto estetico in cui spicca la rubinetteria di pregio.

Vasca doccia con sportello integrata prezzi

È lecito chiedersi quanto possano costare queste belle vasche italiane pienamente personalizzabili. Il prezzo ovviamente varia a seconda del modello e delle opzioni installate ma non è possibile quantificarlo senza verificare direttamente con il cliente la configurazione richiesta ed il montaggio.

Sebbene sia semplice installare una vasca doccia integrata con sportello e seduta, nessuna ditta seria si sbilancerebbe prima di aver compreso lo spazio ove deve essere inserito il sanitario e le opere eventuali da realizzare per assicurare un perfetto funzionamento.

Vogliamo solo segnalare che, entrando a far parte delle opere per l’abbattimento delle barriere architettoniche, anche queste vasche doccia beneficiano di contributi variabili a seconda del proprio comune di residenza.

Attenzione anche alle promozioni che di tanto in tanto sono fatte per abbattere la diffidenza verso questo tipo di prodotti e di cui vale senz’altro la pena di approfittare.

Menu